sabato 20 ottobre 2018

Ferrata Punta Anna - Tofana di Mezzo

Zona: DOLOMITI AMPEZZANE
Partenza: RIFUGIO DIBONA (2037 mt),  Parcheggio https://goo.gl/maps/o2euUM4Q3Ys
Arrivo: PUNTA ANNA (2731 mt)
Dislivello: 760 mt
Difficoltà: EEA (Escursionisti Esperti con Attrezzatura )
Periodo consigliato: Da Giugno a Settembre/Ottobre neve permettendo)
Tempo di percorrenza: 4 h escluse soste
Distanza totale da percorrere: 5 km circa
Cartina Tabacco n° 3




La ferrata Punta Anna ci permette di ammirare uno fra i paesaggi dolomitici più stupendi, è attrezzata con solo corde fisse (quanto si sente la mancanza delle scalette!!) ed è caratterizzata da bellissimi tratti esposti e dal passaggio chiave dello spigolo verticale a circa metà ferrata.
La partenza avviene dal rifugio Dibona dove si può lasciare l'auto, o dal rifugio Pomedes servito dagli impianti di risalita con partenza dai dintorni di Cortina (nella foto la Tofana di Rozes fotografata dal parcheggio del Dibona:


Procediamo per il sentiero 421 direzione rifugio Pomedes:


Il sentiero è ben segnato:


Si sale di quota rapidamente:



Uno sguardo indietro al rifugio Dibona:


Panorama sulla Croda da Lago e Nuvolau:



Clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook:





 Il sentiero procede ripido...


.... e in qualche tratto leggermente esposto:


Per poi ritornare un bel sentiero fra i prati:


Si arriva così in vista del rifugio Pomedes:


Il sentiero fin qui percorso è esposto a sud come tutta la ferrata e questo lo rende faticoso durante le giornate estive piu calde:


Cartelli segnalatori ci indicano da che parte andare:


Altri cartelli segnalatori indicano la direzione, ormai l'attacco della ferrata è vicino:


D'inverno questa è la pista da sci:


Uno sguardo indietro al rifugio Pomedes:



Iscriviti al nostro canale YouTube:




E' ora di indossare l'imbrago:


Si procede fin da subito in verticale:



Lo splendore della roccia dolomitica:


Tratto esposto in cengia:


Un sasso rimasto in bilico:


Si scala in verticale con buoni appigli:


Anche se spesso è necessario tirarsi su a forza di braccia:


Anzi direi per quasi tutta la ferrata:


Tofana di Rozes:


Panorama sulla forcella Fontananegra:


Dopo un passaggio verticale si vede chiaramente la conca di Cortina d'Ampezzo:


Ed ecco che si vede il rifugio Giussani:


Cortina e il Monte Cristallo:


Un altro passaggio verticale:


La Tofana di Rozes:


Una farfalla è venuta a trovarmi:


Punta Anna:


Forcella Fontananegra nei pressi del rifugio Giussani e due torrioni:


Altro tratto verticale:


L'unico gradino che vedrete in tutta la ferrata (la scala della prima foto è del sentiero Olivieri, percorso di ritorno):


Arrivati in quota si passa fra la Torre de Pomedes e la Tofana di Mezzo che vedete in foto:



Clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook:






Il monte Cristallo e in basso il Rif. Ra Vales, stazione intermedia della Freccia del Cielo:


Ci dirigiamo in discesa verso l'arrivo della seggiovia invernale:



...dove incontriamo l'attacco del sentiero Olivieri:


A parte qualche passaggio particolare il sentiero attrezzato si presenta facile:


Si vede il sentiero che percorreremo fino al rifugio Pomedes:


Una bella scaletta da percorrere in discesa:


Tratto di sentiero in piano:


Altri tratti di sentiero attrezzato e sentiero normale:


Ormai in vista del rifugio Pomedes:


Dal rifugio in poi il sentiero di ritorno è lo stesso dell'andata:


Uno sguardo indietro al sentiero che abbiamo percorso stamattina:


E si ritorna al parcheggio del rifugio Dibona:


La ferrata Punta Anna può essere concatenata alla ferrata Olivieri alla Tofana di Mezzo ma richiede una buona preparazione e bel tempo stabile (cosa che purtroppo non si è verificata il giorno che l'abbiamo percorsa), inoltre bisogna fare attenzione all'ultima corsa della freccia del cielo per non rimanere bloccati in quota fino al giorno dopo.





Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci liberamente il tuo commento o la tua esperienza su questa escursione