giovedì 11 giugno 2015

Da San Martino di Castrozza al rifugio Rosetta

Zona: PALE DI SAN MARTINO
Partenza: SAN MARTINO DI CASTROZZA (1559 mt) Parcheggio seggiovia Colverde  https://goo.gl/maps/rG671BDZ8Ez
Arrivo: RIFUGIO ROSETTA (2581 mt) e ritorno per lo stesso sentiero dell'andata
Dislivello: 1000 mt
Difficoltà: EE (Escursionisti Esperti)
Periodo consigliato: da Giugno/Luglio ad Autunno inoltrato (neve permettendo, informarsi chiamando il rifugio)
Tempo di percorrenza: 6 h escluse soste
Distanza totale da percorrere andata e ritorno: 11 km circa
Cartina Tabacco n° 3
Video dell'escursione:




E' inutile dire che San Martino di Castrozza e le Pale di San Martino hanno un fascino senza equali, l'escursione qui proposta (che noi abbiamo percorso ieri 10 giugno 2015) parte dal parcheggio della funivia Colverde e tramite il sentiero 701 costeggia i cavi della funivia fino appunto a Colverde su una larga mulattiera accessibile solo ai fuoristrada e poi diventa sentiero vero e proprio a zig zag fino ad arrivare al falsopiano roccioso dove è situato il rifugio Rosetta. La pendenza costante del sentiero aiuta molto ad affrontare il dislivello impegnativo.



La partenza del sentiero 701 nei pressi del parcheggio della funivia Colverde:


Si percorre la strada forestale sulla pista da sci:


Là in fondo la nostra meta, la cima Rosetta:


Al bivio si continua per strada forestale, e non per il sentiero in foto:



Metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook:





Si continua per la strada forestale:


Arrivati alla fine della funivia parte immediatamente la cabinovia che porta direttamente alla base della cima Rosetta, i due impianti ci accompagneranno per tutto il tragitto:


Si intravvede il traliccio intermedio e la stazione di monte:


Si procede sempre per il sentiero 701:


Per un bel tratto il sentiero è molto piacevole e panoramico:


Si procede per tornanti:


Si vede San Martino di Castrozza nella vallata:


Al bivio si segue per Rifugio Rosetta:


Si prosegue con pendenza costante:


Le nuvole avvolgono parzialmente la Rosetta:


Alcuni brevi tratti sono esposti, bisogna fare attenzione

Il paesaggio si fa sempre più interessante:


Iniziano dei tratti attrezzati con cavo:



Lungo la parte finale del tragitto sono stati installati dei sicuri e abbondanti parapetti



Spettacolare Cimon della Pala:


Arrivati al "pianoro" si vede il ristorante rosetta e l'arrivo della cabinovia. Gli ultimi 2-300 metri che ci separano dal rifugio Rosetta li percorriamo sulle ultime tracce di neve dell'inverno:


Orme di camosci:

 

Ed ecco il rifugio rosetta, aprirà fra qualche giorno ma troviamo il simpaticissimo gestore che sistema le provviste per accogliere gli escursionisti:



Cimon della Pala:


Sulla via del ritorno alcune marmotte si accorgono della nostra presenza



Il ritorno avviene per lo stesso percorso dell'andata:


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci liberamente il tuo commento o la tua esperienza su questa escursione